Tonno: come sceglierlo?

Aggiornato il: 5 nov 2019

Il tonno in scatola: c’è chi lo odia e chi lo ama, chi lo sostiene e chi, invece, non lo utilizza affatto.

Per capire se si tratta di un alimento che possiamo inserire all’interno della nostra alimentazione dobbiamo approfondire la sua conoscenza: quali nutrienti lo compongono? Sono tutte uguali le lattine e confezioni che troviamo sugli scaffali del supermercato?

e adesso.. alcune considerazioni:

Dal punto di vista della qualità nutrizionale

  1. Se paragoniamo un tonno in latta all’olio e al naturale notiamo che quest’ultimo è caratterizzato da un apporto calorico e di grassi molto inferiore. Il problema è il sapore: non a tutti piace. Per questo è importante che, se la nostra scelta cade sul primo dei due (ovvero il tonno all’olio) dobbiamo prestare attenzione alla modalità di consumo: è fondamentale scolare accuratamente il prodotto perché Se NON lo  sgoccioliamo il prodotto l’apporto calorico aumenta di circa il doppio (circa 400 Kcal per 100 gr)!!!

  2. La differenza tra tonno in scatola e “filetto”  sta nel fatto che quest’ultimo è un tonno dal taglio più pregiato : il prodotto risulta maggiormente compatto e l’apporto calorico è inferiore per la minor presenza di grassi. Lo potete trovare sia in barattoli di vetro sia in confezioni in latta, con l’indicazione FILETTI DI TONNO. Il prezzo maggiore di tale prodotto, rispetto al tonno in latta, è giustificato da una qualità superiore della materia prima… piccolo consiglio: approfittando delle offerte che troviamo molto spesso al supermercato riusciamo a consumare un prodotto migliore attutendo la spesa.

Oltre il prezzo: cosa controllare?

  1. Non per forza un prezzo minore è conveniente: a volte è indice solamente di una minore quantità di pesce sgocciolato. Quindi è importante confrontare anche il peso netto del pesce sgocciolato!

  2. Attenzione anche alla lista ingredienti: in alcuni casi è possibile trovare tra gli ingredienti il glutammato monosodico (E 621), un esaltatore di sapidità che spesso viene usato quando la qualità del tonno non è delle migliori. Questo può essere un buon parametro per guidarci nella scelta.

In conclusione..

Il tonno in scatola può essere un’alternativa comoda e veloce per i pasti in cui non abbiamo tempo/ voglia di cucinare o per un pasto fuori casa ( al lavoro, in università,…) Essendo un prodotto caratterizzato da un apporto di sale abbastanza elevato il consiglio è quello di consumarlo comunque con moderazione, inserendolo all’interno di un’alimentazione varia come alternativa proteica alla carne, ai legumi,alle uova, ai formaggi o  agli affettati.

L’importante è che venga scelto con consapevolezza (non solo in base al prezzo), prestando attenzione alla qualità: cercate prodotti che contengano solo tonno e l’eventuale condimento (olio) e non dimenticate di sgocciolarlo accuratamente per evitare di assumere un alimento molto calorico!

#tonno #naturale #sale #filetto #olio #scatola

4 visualizzazioni
  • Via Italia 23, Vedano al Lambro

  • Via A. Volta 60, Cogliate

  • Via f.lli Cairoli 11/E , (centro isolago) Lecco

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Grey Instagram Icon